I L.A.V.R. -  Statuto

Natura e fine dell'Associazione L.A.V.R.

  • I L.A.V.R. (Laici Animatori Vocazionali Rogazionisti) sono un’associazione pubblica di fedeli laici, formata da giovani ed adulti che, inseriti nella Famiglia del Rogate, si propongono con particolare impegno di viverne nel mondo la spiritualità. Questa impegna a diffondere nella Chiesa, nell'esercizio dell'apostolato specificamente laicale (cfr. Can. 329), l'ispirazione carismatica di sant’Annibale Maria Di Francia (cfr. Can. 303), fondata sul comando del Cuore di Gesù: «La messe è molta, gli operai sono pochi. Pregate dunque il Signore della messe perché mandi operai nella sua messe» (Mt 9,37-38; Lc 10,2) resa pratica nell'azione di carità verso i piccoli ed i poveri e seguendo le indicazioni dei Piani Pastorali Vocazionali a livello parrocchiale e diocesano.
  • L'Associazione LAVR manifesta  la sua identità ed esplica la sua azione in tre settori distinti: Rogate, Carità e Missioni. Essi sono composti da collaboratori o simpatizzanti e sono guidati  da  animatori LAVR. Ogni settore ha un relativo fine.

Vita spirituale dell'Associazione 

  •  Il Laico Animatore Vocazionale Rogazionista, chiamato dal Cristo del Rogate a riflettere sulla scarsezza degli "operai evangelici” nella Chiesa, accoglie il rimedio infallibile della preghiera per le vocazioni, l'anelito alla carità, e l'apertura evangelizzatrice,  impegnando la vita nella crescita della propria ed altrui vocazione.
  • Per questo:
    • quotidianamente: offre la preghiera, il lavoro, lo studio, i sacrifici, per impetrare dal Signore numerosi e santi sacerdoti, missionari, consacrati e laici impegnati;
    • settimanalmente: partecipa alla S. Messa o  all'adorazione eucaristica e prega il S. Rosario per le vocazioni;
    • mensilmente: cura la sua formazione col riferimento alla guida spirituale, con la vita sacramentale e la partecipazione alla scuola di formazione zonale; anima le giornate di spiritualità; propone ed anima un momento di preghiera per le vocazioni nella sua parrocchia;
    • annualmente: vive con l’Associazione un periodo di formazione e di spiritualità e una o più Assemblee generali.
Il compito del L.A.V.R.
  • Il Laico Animatore Vocazionale Rogazionista si impegna a vivere l'identità, le finalità dell'Associazione e tutte le attività che ne derivano, in forza della  Promessa che fa nelle mani del Moderatore Supremo  della Congregazione dei Rogazionisti o di un suo delegato, e che rinnova ogni anno come espressione liturgica ed ecclesiale della fedeltà alla sua vocazione.
  • La Promessa è così formulata:
Signore, davanti a Te e ai miei fratelli,
assumo l’impegno di Laico Animatore Vocazionale Rogazionista
nel servizio della preghiera e dell’azione per le vocazioni.
Ai piccoli,  ai poveri e a coloro che soffrono,
io possa offrire un sorriso gioioso ed un aiuto concreto.
Aiutami a riconoscere  il germe di vocazione
che Tu, Signore della messe semini nell'animo dei ragazzi e dei giovani
che incontro sul mio cammino.
Insegnami a pensare agli altri,  ad amare quelli che nessuno ama,
a guardare al mondo intero come messe che attende chi annunzia la tua Parola.
Aiutami ad essere buon operaio, conservami fedele nel mio impegno,
rendimi capace di effettuare le giuste scelte,
illumina le mie parole, che non siano frutto del mio pensiero,
ma del tuo Spirito che vive ed opera in me! Amen!

Apostolato del L.A.V.R.

  •  Il Laico Animatore Vocazionale Rogazionista svolge il suo apostolato in  molteplici  attività:
    • collabora nella sua parrocchia inserendosi nei vari settori della pastorale con spirito rogazionista, cioè promuovendo la dimensione vocazionale, caritativa e missionaria;
    • si inserisce nella pastorale vocazionale parrocchiale sensibilizzando la sua comunità, in particolare ragazzi e giovani, a  vivere la propria vita come risposta d’amore a Dio che chiama;
    • anima i momenti di spiritualità per giovani, i corsi di orientamento, le giornate missionarie, e le altre attività caritative e vocazionali, in particolare la Giornata Mondiale di Preghiera per le Vocazioni;
    • si inserisce, dove è possibile, nella Chiesa particolare, nelle strutture diocesane o parrocchiali caritative (Caritas), vocazionali (Centro Diocesano e/o Regionale Vocazioni), missionarie (Centro Missionario).

Organizzazione  e responsabilità 

  •  Moderatore Supremo dell'Associazione è il Superiore Generale dei Rogazionisti, che agisce a livello generale tramite un suo Delegato o Assistente generale. I Superiori di Circoscrizione sono responsabili nell’ambito loro proprio. Essi nominano l’Assistente ecclesiastico di Circoscrizione e gli Assistenti locali che animano e guidano spiritualmente i vari gruppi.
  • L’Associazione si struttura nel seguenti organismi: Direttivo, Responsabile centrale, Responsabili regionali, Coordinatori zonali. I Responsabili ed i Coordinatori vengono eletti a maggioranza assoluta nei primi tre scrutini, e a maggioranza relativa nei successivi, dalle assemblee regionali e zonali. Tutte le responsabilità durano tre anni e possono essere rinnovate per un altro mandato.
  • Il Coordinamento generale dell'Associazione è affidato al Direttivo, rappresentativo delle varie zone nelle quali operano i LAVR. Esso è composto: dal Responsabile centrale, dai Responsabili regionali e dall'Assistente di Circoscrizione. Tra questi sono eletti il Segretario e l’Economo centrale.
  • Il Direttivo LAVR  propone il programma di formazione, la spiritualità, il progetto rogazionista e coordina le attività dei LAVR, dei simpatizzanti e dei collaboratori. Tiene i collegamenti con le altre espressioni  della Famiglia del Rogate e si riunisce almeno due volte l’anno.
  • Il Responsabile centrale è eletto da un’assemblea costituita dai Responsabili regionali, dal 40% dei LAVR di ogni regione eletti su lista unica, e dall’Assistente di Circoscrizione. Per gravi motivi può essere rimosso dal suo incarico dal Moderatore supremo.
  • Il Responsabile regionale è eletto dall’Assemblea regionale, presenti gli Assistenti ecclesiastici zonali con diritto di voto. Il Responsabile regionale coordina i tre settori ed è coadiuvato dai collaboratori zonali tra cui un segretario ed un economo. Essi insieme con gli Assistenti ecclesiastici costituiscono il Consiglio regionale.
  • Il Coordinatore zonale è eletto dall’assemblea zonale, presente l’Assistente ecclesiastico con diritto di voto. Per zona si intende l’insieme di almeno 5 località.
  • E' compito dei Segretari (centrale, regionale e locale), curare l’archivio e la corrispondenza, trasmettere le informazioni e le iniziative. Essi collaborano inoltre alla redazione di un notiziario di collegamento.
  • L'Associazione si regge economicamente con le contribuzioni volontarie dei membri e dei simpatizzanti e con le offerte dei benefattori.
  • Il settore ROGATE promuove la diffusione della preghiera e dell'azione per le vocazioni, dei Cenacoli Voc, del messaggio di sant’Annibale Maria Di Francia e della sua figura, stimola ed  organizza  iniziative di promozione vocazionale, soprattutto giovanile; collabora con le strutture formative e vocazionali dei Rogazionisti, delle Figlie del Divino Zelo e delle Chiese particolari.
  • Il settore CARITÁ svolge il suo servizio prendendosi in modo particolare cura dei piccoli, degli orfani e dei poveri.
  • Il settore MISSIONI anima le iniziative di apostolato missionario: contatti con le missioni rogazioniste e non, organizzazione e promozione di attività di sostegno, volontariato e solidarietà.
  • L'Associazione è aperta ad ogni collaborazione con le altre Associazioni ecclesiali offrendo la propria azione ed il proprio servizio a favore di tutte le vocazioni: religiosa e sacerdotale, matrimoniale, laicale, missionaria (cfr. Can. 328).
  • L'Associazione assume come tessera speciale la devozione alla Madonna, secondo la spiritualità rogazionista, e si pone sotto la protezione di del Cuore di Gesù, di S. Michele Arcangelo, S. Giuseppe, S. Antonio di Padova e sant’Annibale Maria Di Francia.
  • I membri dell'Associazione beneficiano dei favori spirituali delle Famiglie Religiose dei Rogazionisti e delle Figlie del Divino Zelo, e partecipano alle feste e alle celebrazioni rogazioniste, in modo particolare: il Nome di Gesù (la grande Supplica), il  1° giugno (festa di sant’Annibale Maria Di Francia), S. Antonio di Padova, il 1° luglio (memoriale della prima venuta di Gesù Eucaristia nell'Opera), l'Immacolata, la Giornata Missionaria Rogazionista.