• S. Nicola il pellegrino patrono di Trani e dell’Arcidiocesi : vita, critica e messaggio spirituale / Gerardo Cioffari o.p.

     

    Nicola il pellegrino (1075-1094), il giovane pellegrino di Stiro (Focide, Grecia), viveva al tempo in cui Roberto il Guiscardo e il figlio Boemondo realizzavano la loro spedizione in Grecia mirando a Costantinopoli. Armato di una croce ed al grido del Kyrie eleison tentava di risvegliare le coscienze, richiamando alla radicalità del Vangelo, e ricorrendo con frequenza alla provocazione. Il patrono di Trani è uno dei santi più solidi dal punto di vista della critica storica. Sono pochi, infatti, i patroni “pugliesi” che godono di un corpus documentario così ricco ed interessante. L’Anonimo di Bartolomeo, Adelferio di Trani e Amando di Trani, tutti coevi agli avvenimenti narrati, offrono una documentazione agiografica che solo pochi grandi santi possono vantare.
  • Il marchio del diavolo : romanzo / Glenn Cooper

    Roma, 1139. Inquieto, un uomo alza gli occhi alla volta celeste. Seguendo le indicazioni dei suoi predecessori, è arrivato nella Città Eterna per assistere all’eclissi che mostrerà un allineamento astrale unico. All’ora stabilita, la luna a poco a poco si dissolve nell’oscurità, rivelando 112 stelle. È il segno che l’uomo aspettava: ancora 112 papi, poi, sulle rovine della Chiesa, sorgerà un nuovo mondo. Roma, 2000. Incredula, una giovane archeologa fissa il cielo. Poche ore prima, il Vaticano le ha ordinato d’interrompere gli scavi nelle catacombe di San Callisto, mettendo così fine alla sua carriera accademica. E adesso lei giace sull’asfalto, in una pozza di sangue. Tuttavia, nell’istante in cui l’aggressore le ha conficcato il pugnale nel petto, Elisabetta ha notato un dettaglio agghiacciante. Un dettaglio impossibile da dimenticare. Roma, oggi. Sconcertata, una suora studia i simboli astrologici tracciati sul muro. Ma quello non è il solo enigma custodito dall’antico colombario di San Callisto. Intorno a lei, infatti, ci sono decine di scheletri caratterizzati da un’anomalia inquietante: la stessa anomalia del sicario che, anni prima, aveva cercato di ucciderla. Decisa a far luce sul mistero, suor Elisabetta entra in possesso di un rarissimo esemplare del Dottor Faust di Marlowe e intuisce che quei versi sono il codice per svelare il cerchio diabolico che lega passato, presente e futuro. Perché il papa è morto, il conclave è alle porte e la profezia sta per compiersi…
    Traduzione di Roberta Cristofani e Francesca Frulla
  • Riapertura servizi bibliotecari

    La Biblioteca “Sant’Annibale Maria Di Francia” è ripartita il 15 giugno e la riorganizzazione dei servizi di tutto l’Istituto Antoniano Maschile dei Padri Rogazionisti in cui essa è ubicata è stata attuata nell’ottica di garantire la salute di tutti, utenti e Bibliotecari. Nel rispetto delle regole e dei decreti legislativi, sono state rafforzate le misure sanitarie e sono state adottate nuove procedure di utilizzo.

    E’ nuovamente attivo il servizio di prestito e rientro prestito, la consultazione del patrimonio Bibliotecario ma rimangono ancora sospesi tutti gli altri servizi: fermarsi a studiare, scegliere direttamente il materiale da scaffale, utilizzare le postazioni fisse per la navigazione in internet, nonché stampare documenti. In questo periodo non sarà possibile neppure portare libri in dono.

    Si ricorda che, come in tutti i luoghi aperti al pubblico, anche in Biblioteca è necessario rispettare le misure di sicurezza previste dall’emergenza COVID-19.

    Per gli utenti è obbligatorio l’utilizzo della mascherina e la sanificazione delle mani, anche per chi indossa guanti, attraverso l’apposito dispenser posizionato all’entrata.

    Eventuali code saranno all’esterno della Biblioteca, con precedenza a donne incinta, disabili e persone in evidente difficoltà.

    Di seguito le nuove modalità di fruizione dei servizi attivati.

    • Chiedi un appuntamento con la Biblioteca: inviando una mail alla casella di posta biblioteca@rogazionistitrani.it o telefonando al numero 0883 580120 (durante gli orari di apertura della Biblioteca), o scrivendo su Facebook alla pagina @rogazionistitrani. Si riceverà una mail o una conferma telefonica quando il libro sarà disponibile in Biblioteca per il ritiro.

    Gli utenti sono invitati a rispettare le fasce orarie concordate, per evitare code e assembramenti. In caso di mancato ritiro all’appuntamento fissato, il prestito sarà annullato e i documenti ricollocati a scaffale.